Perché dovresti usare Lightroom CC per scattare le tue fotografie con lo smartphone. La guida definitiva

Ben ritrovato!

In questo articolo ti spiegherò come scattare le tue foto con Lightroom CC. 
Ti racconterò esattamente i vantaggi che otterrai dall’utilizzo di questa app e come utilizzare Lightroom CC al meglio.

Abbiamo già visto in questo articolo che, al giorno d’oggi, giriamo sempre con una potentissima fotocamera in tasca: il nostro smartphone!

Nello stesso post, abbiamo anche visto alcuni piccoli accorgimenti che si possono utilizzare per scattare bellissime foto con lo smartphone, utilizzando l’applicazione di default.

Oggi, però, faremo un passo ulteriore: vedremo come fare per ottenere risultati ancora migliori, che non hanno nulla da invidiare alle immagini scattate con una fotocamera compatta.

Esatto: in questo post, vedremo assieme come utilizzare Lightroom CC per scattare foto professionali con lo smartphone.

Pronto? Si parte!

Cos’è Lightroom CC per smartphone e dove scaricarlo

In questo articolo ti ho parlato di alcuni software che puoi utilizzare per editare al meglio le tue foto e i tuoi disegni. 

Abbiamo visto che Lightroom è un programma di casa Adobe, che ti consente di elaborare le tue immagini in modo facile e intuitivo, offrendo anche un servizio di cloud molto utile.

Ma se tu non hai voglia o tempo di smanettare al pc, o hai bisogno di qualcosa che sia a portata di mano?

Vuoi editare le tue fotografie direttamente sullo smartphone? 

Esatto, abbiamo la soluzione: puoi installare la versione mobile di Lightroom! 🙂

Esiste, infatti, una versione di Lightroom pensata appositamente per gli smartphone, che, se possibile, è ancora più intuitiva e facile di utilizzare di Lightroom versione desktop!

Lightroom CC per smartphone è un’applicazione che, come vedremo, non solo ti permette di post produrre le tue fotografie, ma ti consente anche di gestirle e di acquisirle! Ed è proprio questo il tema dell’articolo che stai leggendo 😉

Come ottenere Lightroom CC - Dove scaricare l'app

A seconda del tipo di smartphone che usi (per intenderci: iPhone o Android), puoi andare su iTunes, o su Google Play e cercare l’app che porta il nome del software.

Non ti preoccupare: l’app è completamente gratuita. O meglio, ne esiste anche una versione a pagamento, che consente di accedere a funzioni aggiuntive. 

Ma, per ora, non hai assolutamente bisogno di scaricare la versione a pagamento! Posso assicurarti che la versione free è assolutamente all’altezza e ti consentirà di ottenere grandi soddisfazioni.

Quindi, ricapitolando: vai su iTunes o Google Play, scarica e installa l’app di Lightroom.

Ti lascio il link dei rispettivi portali, così per semplificarti la vita 🙂

Adobe Lightroom CC su Google Play

Adobe Lightroom CC su iTunes

Installata l’app, segui le semplici indicazioni che ti vengono date. In pochi minuti, avrai ottenuto e installato Lightroom CC sul tuo smartphone.

Fatto? Bene, possiamo andare avanti con la guida 😉

Scattare fotografie con Lightroom CC

Bene, hai scaricato e installato l’app. La schermata che vedrai, non appena lanci Lightroom, è questa.

Lightroom CC schermata iniziale

Come vedi, in basso a destra ci sono due icone. Come facilmente intuibile, l’icona da premere per scattare una nuova foto, è quella a forma di fotocamera 😉

L’altra, per inciso, serve a importare su Lightroom le immagini già presenti sul tuo smartphone, per editarle e modificarle al meglio. Ma di questo, parleremo in seguito.

Tip n°1: ogni volta che vorrai scattare una foto con lo smartphone utilizzando Lightroom CC non dovrai necessariamente aprire l’app. Molti smartphone ti mettono a disposizione un widget che rimanda direttamente alla fotocamera di Lightroom CC. Ti basterà installare il widget, e la fotocamera sarà subito pronta all’uso.

Tip n°2: Sei un Instagrammer? 🙂 Utilizzando Lightroom CC potrai applicare già dei filtri in fase di scatto.

Come vedi infatti, in basso a destra c’è un’icona (quella dei tre pallini sovrapposti, per intenderci), che ti consente di selezionare alcuni filtri che verranno automaticamente applicati alla tua immagine.

opzioni scatto Lightroom CC

Semplice e intuitivo, non trovi?

A prescindere dal fatto che tu voglia utilizzare o meno i filtri, ci sono altre importanti opzioni da prendere in considerazione.

Per prima cosa, passiamo dalla modalità “Auto” a quella “Pro”, come abbiamo imparato qui.

Prendiamo in esame ancora una volta la schermata che appare sul nostro smartphone:

opzioni scatto Lightroom CC

Oltre alle opzioni per regolare il meglio la sensibilità della luce della fotocamera (ISO), l’otturatore e il tempo di esposizione (SS) e il bilanciamento del bianco (BB), è anche possibile selezionare una bellissima funzione di messa a fuoco manuale ( icona AUTO). Usando l’apposito cursore, avrai un controllo ancora più dettagliato sulla messa a fuoco. Ecco un esempio:

Lightroom CC esempio messa a fuoco

Ma non è finita qui: cliccando sull’icona a destra, appariranno ulteriori opzioni:

Screenshot_20190511_104235_com.adobe.lrmobile

Cliccando sulla prima icona (3:2) potrai scegliere una proporzione diversa per la tua immagine ancora prima di averla scattata. Ad esempio, potrai scattare con modalità 3:2, oppure scegliere i 16:9, o ancora i 4:3. Insomma: Lightroom CC ti consentirà di personalizzare al meglio il tuo scatto dall’inizio alla fine!

Potrai, inoltre, attivare un comodo timer.

Infine, avrai anche la possibilità di applicare una griglia, cosa che, come abbiamo visto in questo post, è molto utile per ottenere scatti dettagliati, che soddisfino a pieno le tue esigenze. 

Aspetta, a dire il vero non sono stato proprio sincero. Potrai scegliere non una griglia, ma ben tre diverse griglie, a seconda di quelle che sono le tue esigenze. 

In particolare, oltre alla classica griglia della Regola dei Terzi (quella a “9 blocchi”, di cui abbiamo già parlato), avrai modo di scattare con una griglia a metà

Lightroom CC opzioni scatto

Questa griglia, è utile qualora sia tua intenzione partizione nettamente le parti delle tue immagini, ovvero necessiti di scattare un primo piano simmetrico. In tutta sincerità, trovo che questa griglia non sia il massimo, e personalmente non la utilizzo mai. Ma tieniti forte, ora viene il bello.

Oltre alla griglia dei Terzi e la griglia a metà, potrai optare per la griglia Aurea.

Che cos’è la griglia Aurea? 

È l’applicazione in fotografia di quella che è comunemente nota come “sezione Aurea”, chiamata anche proporzione divina, perché viene utilizzata da pittori, scultori e artisti in genere per ricercare la perfezione nelle loro creazioni. 

Perché? Perché seguendo le regole della sezione aurea, otteniamo creazioni naturalmente molto gradevoli per estetica all’occhio umano!

Ebbene sì: la sezione aurea fonda la propria natura nella matematica (Ok, Wikipedia ci aiuta: la sezione aurea indica il numero irrazionale 1,6180339887… ottenuto effettuando il rapporto fra due lunghezze disuguali delle quali la maggiore  è medio proporzionale tra la minore  e la somma delle due… Okay, okay, non entriamo troppo nel dettaglio, senno si apre un mondo! Se sei interessato ad approfondire l’argomento, ti consiglio di visitare direttamente la pagina di Wikipedia

Ti basti sapere che la griglia Aurea è una griglia che ricorda molto quella dei Terzi, ma differisce da essa perché le colonne centrali sono più strette rispetto a quelle laterali.

Lightroom CC griglia aurea

Perché utilizzare la griglia aurea per scattare foto dallo smartphone con Lightroom?

Se hai seguito fin qui, saprai che, utilizzando adeguatamente la griglia aurea, i tuoi scatti risulteranno esteticamente più gradevoli per l’occhio umano!

C’è un “però”. L’utilizzo della griglia aurea è più complesso di quello della griglia dei Terzi. 

Non è infatti sempre ottimale immetterei tuoi soggetti/oggetti nelle linee diseguali. Potresti infatti ottenere un risultato troppo artificioso!

E allora perché mi parli di questa fantomatica griglia Aurea, se non la posso utilizzare?!?

Ehi amico, calmati, non ho mai detto che non devi utilizzare la griglia aura! Ho solo detto che il suo utilizzo è più complesso 🙂

Fortunatamente, ci viene in aiuto una figura dai superpoteri incredibili! Non ci credi? Aspetta e vedrai! 

Stiamo parlando della spirale aurea 😉

La spirale aurea è questa: 

spirale aurea

Come vedi, questa figura è composta da una serie di rettangoli aurei, che si intersecano con la curva, o coda. Ecco: la curva della spirale aurea ti regala un fantastico punto d’appoggio per scattare bellissime fotografie!

Un altro punto da tenere in considerazione per scattare le tue immagini, è ovviamente anche quello dato dalla porzione in cui la coda si attorciglia su sé stessa! Questo esempio potrà chiari le idee:

Immagine da qui.

La griglia aurea va benissimo sia per scattare fotografie di primi piani decentrati, a cui fornire la giusta dinamicità, sia per catturare fantastici panorami. 

Concludendo, posso dirti che la griglia aurea è un ottimo strumento a tua disposizione, ma inutile nascondersi: come avrai intuito, l’utilizzo di questa griglia è più complesso, rispetto alla griglia dei Terzi, e dunque richiede un maggiore approfondimento pratico. Insomma.. Scatta, scatta e scatta ancora! Cimentati utilizzando la griglia aurea e divertiti il più possibile, possibilmente imparando anche cose nuove 😉

Bene! Per concludere il discorso sulla griglia, resta da aggiungere che questo strumento ti fornisce anche una “bolla”, per mettere correttamente in asse i tuoi soggetti. Fantastico, non trovi? 🙂

Cos’altro possiamo fare utilizzando Lightroom CC per scattare foto con lo smartphone?

Cliccando sull’icona della rotellina, possiamo impostare la luminosità dello schermo, decidere se geolocalizzare le nostre foto, e se salvare l’originale sul dispositivo.

altre opzioni Lightroom CC

E qui viene il bello. Quando utilizzi Lightroom CC per scattare foto con lo smartphone, infatti, le immagini acquisite vengono salvate su un apposito cloud, accessibile direttamente dall’applicazione. 

Non vanno dunque ad intasare la memoria del tuo smartphone.. A meno che non sia tu a scegliere di esportare l’immagine sulla memoria del tuo telefono! Questa particolarità è davvero utile, perché quando andrai a editare i tuoi scatti, applicando le migliorie del caso, otterrai foto di qualità molto elevata. E la qualità non è l’unica cosa che aumenta. Con essa, cresce infatti anche il peso del singolo file!

Conclusioni: perché utilizzare Lightroom CC per scattare foto con lo smartphone

Nel prossimo articolo della rubrica, vedremo come utilizzare Lightroom CC per editare e post produrre le nostre fotografie. 

Ne vedrai delle belle 🙂

Ma facciamo ora un breve riepilogo di cosa abbiamo imparato leggendo questo articolo.

Ora sai alla perfezione cos’è Lightroom CC e come ottenerlo e installarlo sul nostro smartphone.

Abbiamo visto che scattando foto con lo smartphone utilizzando Lightroom CC abbiamo a disposizione molte più opzioni, rispetto alle possibilità offerte dalla fotocamera di default.

Infine, abbiamo appreso quali sono gli strumenti che questo fantastico programma ci offre per migliorare la qualità dei nostri scatti.

Infine, ci siamo soffermati sull’importante concetto di proporzione aurea e abbiamo imparato come utilizzare la griglia aurea per scattare foto che balzino subito all’occhio.

Nel prossimo articolo della rubrica, imparerai a editare le tue foto direttamente sul tuo smartphone, grazie a Lightroom CC.

Alla prossima!

5/5

Lascia un commento

Chiudi il menu